A través

Io non ho talenti straordinari. Sono solo appassionatamente curioso.

domenica, ottobre 28, 2007

Toccata e fuga

Ultimi minuti nella mia camera del Novotel di Vilnius, giusto per lasciarmi un ricordo in futuro di una trasferta veloce ma molto goduta, visto che nei due giorni ho totalizzato un 12-13 ore tra viaggio e lavoro di ieri, ed alle 19 ero già in camera pronto a godermi il sabato sera in giro per la città, davvero molto bella (come le persone .. ehm, ragazze!) che la popolano. Stamattina non m'han voluto in ditta, per cui sveglia alle 9.30, colazione pantagruelica (o quasi) ed altro giro per i centri commerciali qui vicino, mi son comprato qualcosa da vestire da Zara.

E tra un paio d'ore ho il volo che mi riporterà a casa, domani riposo compensativo.

Direi che non va poi così male..

Etichette: ,

giovedì, ottobre 25, 2007

Libertè, egalitè...

Sndtrk: Ben Harper - Lifeline

Eccomi qua, reduce da una settimana intensa e piena di avventure (per modo di dire).

Il Lunedì nel ridente nordest, da un cliente presso il quale conosco qualcuno che però in quel momento era assente (peccato, avrei salutato Mauro con piacere..), poi via in Francia, dalla quale son tornato Venerdì pomeriggio.

Quella in Francia è stata una trasferta fatta (come un po' troppe, di recente) un po' "alla carlona", come si dice qui. Poca organizzazione sia dal punto di vista logistico (mi erano stati prenotati solo i voli) che da quello lavorativo (i problemi che avevano evidenziato i clienti erano descritti un po' troppo genericamente e, come accade di solito, una piccola parte di quelli realmente presenti).
Del resto, passarci un giorno un più non è stato per nulla un dispiacere.

Ho descritto un triangolo che partendo da Roissy si portava verso sud-ovest (Vendome, per la precisione), e da lì verso Nord (ad una cinquantina di km da Versailles). Il problema è stato che spostandomi da Vendome a Maulette (circa 140 km di auto) il Mercoledì sera, non avevo calcolato che a causa di uno sciopero generale dei mezzi pubblici il Giovedì e della imminente finale del campionato del mondo di Rugby praticamente tutti gli alberghi erano assolutamente pieni.
Arrivato lì, alle 20 non avevo ancora nemmeno mangiato, non mi ero lavato, non avevo una stanza per dormire :)
Fortunatamente, grazie alla collaborazione di un collega, ho cominciato a chiamare numeri di alberghi di Chartres (in pratica ho rifatto metà della strada all'indietro, maledizione!), i quali, anch'essi tutti pieni, mi hanno infine indirizzato verso una Maisone Diocesaine, ovvero un luogo di accoglienza per i pellegrini che ne vanno a visitare la cattedrale del luogo. Finalmente alle 23 ero in una stanza piccola, silenziosa e senza tv, ma almeno con un posto per dormire...
La mattina del Giovedì mi son preso un po' di tempo per visitare (purtroppo un po' alla svelta) la cattedrale, e poi sono finalmente andato dal secondo cliente dove, la sera, i due figli del titolare, miei coetanei, mi han portato a cena fuori, conversando di musica e di fotografia. Decisamente una piacevole serata, con il solito sottofondo musicale, stavolta (puro caso, giuro!) con orchestrina Dixieland.

Venerdì ritorno a casa all'ultimo minuto (ho fatto un passaggio in ditta alla mattina) e check in una decina di minuti prima della chiusura, overbaggage che a momenti mi fa perdere il volo... Arrivo a casa alle 16 e via con un'ora di mountain bike, che dopo una settimana senza piscina e bici non vedevo l'ora di muovermi un po'.

Etichette: ,

venerdì, ottobre 12, 2007

Egoiste!

In fondo me l'aspettavo diverso.

Perdere nel volgere di poche ore le convinzioni o speranze sulla propria vita futura, decidere di tagliare i contatti con alcune persone (in fondo mai cominciati), prendersi il classico anno sabbatico (senza peraltro sapere ancora bene da cosa cominciare).

Dicevo, me l'aspettavo diverso. Invece comincia a farsi strada una certa serenità di fondo, la consapevolezza che dietro alle difficoltà che senz'altro bisognerà affrontare, sto ritrovando quel piacere di far progetti, pensare a come realizzarli. Quello stesso piacere che, per amore o per forza, stava venendo a mancare in precedenza. Ho cercato, sì, ho cercato con tutte le forze di riportare stimoli, di esternare questo mio disagio ma non ci sono stati effetti significativi.

Allora è giunto il momento di pensare un po' di più a "me" invece che a "noi". Un po' di sano egoismo non fa mai male, dopotutto.




Etichette: , ,

lunedì, ottobre 08, 2007

Salto la convivenza

La sndtrk di oggi. Samuele Bersani.

Le fotografie dei matrimoni
si conservano perfettamente nel tempo
non sbiadiscono e mantengono i colori
sottoposte a trattamento
d’antinvecchiamento
come quella delle elementari
nel periodo delle divisioni
dall‘insieme dei numeri pari
e poi dal giudice con i genitori
Arrivato la‘ prima di entrare
non sapevo chi era meglio
e ho fatto a sorte
La moneta non smetteva di girare
c’ho appoggiato il piede sopra
per paura forse
di dividere i miei metri quadri
di pellicola molto divertente
lasciare i cassetti e gli armadi
nel mio disordine senza toccar niente
Dimmi tu quale, dovevo scegliere
lo adesso sto male
Dopo trent‘anni mamma dice
“sei uguale a quel bastardo
di tuo padre, tuo padre”
Ho avuto in eredità il cognome
la città d’appartenenza
e il suo stesso accento
Al telefono una volta per errore
una donna m’invitò ad un appuntamento
Io mi sono nascosto nell’erba
e lentamente son tornato indietro
per non far scatenare una guerra
ho mantenuto per sempre quel segreto
Fammi pensare
Anch‘io potrei sposarmi,
per divorziare
Salto la convivenza
Voglio evitare di farti avere dubbi strani
domani
Dimmi tu quale, dovevo scegliere
lo adesso sto male
Dopo trent‘anni mamma dice
“sei uguale a quel bastardo
di tuo padre, tuo padre”
Fammi pensare
Anch’io potrei sposarmi,
per divorziare
Salto la convivenza
Voglio evitare di farti
avere dubbi strani
domani...domani...

Etichette: , , ,

Lingue diverse

"The message sent on : 05/10/07 08:29 to the recipient ###############@libero.it with subject "Solo una cosa" was displayed this is no guarantee that the message has been read or understood"

In effetti qualche dubbio comincio a pormelo...

Non bastassero quelli sul resto della mia vita, intendo.

Mi rendo conto anche io che a volte un semplice si o no non sia poi così semplice da pronunciare od identificare; io stesso, dovessi dirlo in questo momento non saprei che dire, ma lotto per togliermi da questo impaccio.

Etichette:

venerdì, ottobre 05, 2007

Alla frutta

"Mi sembri molto sereno... di solito quando siamo in crisi sei incazzoso o scoglionato"

"Lo so, ma ormai vivo alla giornata... Ed in fondo non c'è più nulla da perdere"

"Forse abbiamo sbagliato.. dovevamo cominciare prima a prenderci i nostri spazi"

"...veramente... sono due anni che a parte prenderci i nostri spazi, assieme non ci usciamo più... Se hai bisogno di più spazio, esco direttamente di casa"

"..."


Forse avevano ragione gli Stadio: "non c'è una donna che ti perdona se tu la rendi più importante di te..."

A Sa', gia sai..

Etichette: ,

Incidenti

Gli ultimi due viaggi che ho fatto in aereo (due lunedì fa ed oggi)
son stati entrambi preceduti da incidenti aerei (la scorsa volta se non
erro in Brasile, stavolta in Congo).

Mi imbarco tra un'ora, speriamo bene...

giovedì, ottobre 04, 2007

"co' che fa' rima Orione?"

Scaloppine ai funghi.

Pollo fritto.

Patate al forno.

Torta della nonna da poco 98enne.

Mangiato tutto alle dieci e mezza, freddo, in piedi, solo, davanti alla tv; me l'hanno dato a casa. I tortellini in brodo, freddi, non ho avuto il coraggio di mangiarli..

Sì, il viaggio di ritorno da Perugia non era cominciato male, poi le brutte notizie, i dissapori, le sfighe hanno cominciato a piovere.

Partito in modo da arrivare ad un orario decente per la cena, mi trovo con due ore di ritardo sul groppone, tra incidenti e traffico.
Non avendo avvertito altri che la nonna, per fare quella che credevo essere una gradita sorpresa a chi mi aspettava a casa solo per Venerdì, ottengo l'esatto opposto di ciò che mi ero proposto.

Mia suocera, come al solito, ieri sera non ce l'ha fatta a farsi i cazzi suoi, e alla fine ci son finito di mezzo a rodermi il fegato io. Ma chi me lo fa fare?

Tanto per darvi un'idea della settimana, dopo tre giorni a Perugia (per meglio dire, vicino ad Assisi, dove, tra cliente e luoghi mi son sentito in Paradiso) domani sono a Varese, a far che cosa non lo so ancora, lo imparerò là. Venerdì mattina alle 6.30 taxi quindi aereo per Bari. Manutenzione ordinaria. In giornata.

Ma questo, in confronto al weekend, già lo so che non sarà nulla... mi sento tanto di far rima con Orione.

Devo fare una telefonata, il fondo l'ho già toccato, non é che quella possa aggiungere tanto al mucchio.

Etichette: , , ,

lunedì, ottobre 01, 2007

Occhio, malocchio, prezzemolo...

La fiducia è una cosa seria.

E noi, modestamente, ce la siamo guadagnati.

Stasera son salito al primo piano da un cliente, per controllare una macchina. E che c'ho trovato?! La dimostrazione della cieca fiducia che hanno i clienti nei nostri impianti :)


Etichette: , ,

...e altre quisquilie di cultura generale...

Questo post... ecc. ecc.. alcool.. ecc.. ecc.., così mettiamo le cose in chiaro prima ancora di cominciare :)

Sndtrk: Sergio Caputo, varie canzoni di un cantante che piaceva un sacco alla mia prof di mate della seconda ITIS, e che piace comunque anche a me..., Sergio Caputo da youtube, Samuele Bersani (L'Aldiquà)

Lo so, non si fa... ma ormai è fatta. Sabato t'ho incrociata, e seguita. Prima al distributore dove ho buttato qualcosa nel serbatoio del GPL mentre t'ho ammirata lì di fronte (dai... impossibile che non m'hai visto)

Poi, dovendo comunque tirare un orario già stabilito, fino al mio paese natío, dove hai parcheggiato praticamente dietro alla casa dove ho abitato per 18 anni. Quando si dice i casi della vita...

Quello che ancora non mi spiego è perchè passi di qua se poi non rispondi, non commmenti, non mi fai sapere nulla di te.

Ma continua, continua a passare di qua..

"Citrosodina granulare
bevo per dimenticare il mal di mare
viscerale
che questo mondo mi dà.
Respirazione artificiale
per resuscitare il vecchio buon umore
fai il favore
non criticarmi perché
è sempre più difficile
tirare avanti questo show,
mi fanno male i piedi
a furia di ballare
un pediluvio nel tuo cuore
mi concederò.

Bimba se sapessi che monotonia
tutte quelle balle sulla fantasia,
guarda che mestiere che mi tocca fare
io con questa faccia
e il mio passato da dimenticare.
Bimba non è un caso di nevrastenia
puoi denominarlo spreco d'energia
tutta la fatica che mi tocca fare
solo per riuscire a galleggiare
in questo pazzo mare.

Abito qui perché non sali
ho una collezione di medicinali
e due bicchieri
e avanzi del pranzo di ieri.
Ci sono tante sfumature
anche nel colore delle scottature
le abrasioni
che questa vita ci fa.
Mentre inesorabili
tiriamo avanti questo show
ho un forte mal di testa
a furia di sgolarmi
con un tuffo nel tuo cuore
mi rinfrescherò.

Bimba se sapessi che monotonia
tutte quelle balle sulla fantasia,
guarda che mestiere che mi tocca fare
io con questa faccia
e il mio passato da dimenticare.
Bimba non è un caso di nevrastenia
puoi denominarlo spreco di energia
tutta la fatica che ci tocca fare
solo per riuscire a galleggiare
in questo pazzo mare"

Cazzo! Ogni volta che ascolto qualche canzone di Caputo, mi viene da pensare ai testi.. li trovo favolosi! Ci fosse qualcuno oggi, che sapesse staccarsi dalle rime amore - cuore o dalle orrende cover (ma ragazzi, l'avete sentita Spaccacuore fatta dalla Pausini?!), sarei forse una persona più felice. O forse solo uno che ascolterebbe anche musica attuale invece di avere una collezione di dischi 80-90. Bersani è una magnifica eccezione, ma quando le sue canzoni se le canta lui...

Etichette: ,

 

create your own visited country map or write about it on the open travel guide